2

Incontri poracci del 3° tipo

Le 4 categorie di pezzenti superior che i pezzenti basic non vorrebbero mai incontrare

ROSAVENDOLO MASOCHISTA

rosavendolo poraccioIl fioraio ambulante si avvicina al tavolo della trattoria dove è seduta la coppia poraccia e piazza una rosa nella mano della ragazza. Non si preoccupa minimamente del fatto che le spine le vadano a trafiggere il palmo. Durante la tortura inflitta gratuitamente, il rosavendolo racconta tutta la sua vita caratterizzata da eventi luttuosi, prole numerosa, emigrazione forzata, sopravvivenza faticosa. Il pezzente maschio, per evitare che la sua compagna perda l’uso dell’arto, paga la rosa mezza appassita e con 100 spine per ogni centimetro di stelo.

 

PARCHEGGIATORE MIMETICO

parcheggiatore poraccioDopo che il pezzente ha girato per ore in cerca delle strisce bianche, ha impiegato 30 minuti per parcheggiare in uno spazio che provoca claustrofobia pure a  una formica, ha contratto il corpo e piegato gli arti per uscire dall’auto, si materializza improvvisamente dall’asfalto il parcheggiatore abusivo. Non solo non ha aiutato nelle manovre, ma con il suo mimetismo stradale causa pure un mezzo infarto. Non contento delle patologie cardiache che ha fatto insorgere, chiede un’offerta libera stabilendo però quella minima. Se nella macchina ci sono più passeggeri, pretende addirittura il pagamento pro-capite. Parte quindi la contrattazione per stabilire un forfait.

 

LAVAVETRI ARTISTA

lavavetri poraccioQuando il poraccio esce dall’autolavaggio e si ferma al semaforo, il lavavetri artista  fiuta l’odore di pulito e si fionda sul parabrezza. Inizia a sfregarlo energicamente con movimenti decisi. Disegna con la schiuma poligoni irregolari e si cimenta nell’astrattismo. In caso il conducente sia una donna, l’artista incompreso dipinge cuori giganti. Poi risciacqua lentamente le sue opere con l’acqua limpida del Gange. Quindi appiccica tutta la faccia sul finestrino finché non scatta il verde e il poraccio è costretto a pagare per impedire il linciaggio da parte della fila retrostante di bestie di satana che suona il clacson con mani e piedi.

 

CARRELLISTA INDOLENTE

carrellista poraccioQuando il poraccio si reca al discount per fare la spesa e s’incolla tonnellate di prodotti in offerta, torna faticosamente verso l’auto per caricarla. Nel tragitto cadono confezioni e barattoli, il carrello sbanda ripetutamente, si travolgono vecchietti con pochi riflessi. Una volta finita l’operazione e incastrato tutto nel bagagliaio in modalità Tetris, arriva di corsa un uomo generoso che si offre di riportare il carrello al suo posto per intascarsi l’euro. Del resto l’altruismo merita sempre una ricompensa.